Adulti con FC :  Forum Fibrosicistica.it
Questo spazio è pubblico e vi dà la possibilità di intervenire con contributi riguardo agli adulti con FC.
Il seguente forum non è moderato, ma viene costantemente supervisionato dalla lega italiana fibrosi cistica e dai medici del gruppo italiano di studio sulla fibrosi cistica
Vai alla discussione: PrecedenteSuccessiva
Opzioni: Lista argomentiElenco messaggiScriviCercaStampa
Vai alla pagina: 12345Successiva
Pagina attuale: 1 di 5
Perché l'aglio fa bene
Inviato da: laki
Data: 14 agosto, 2010 - 09:52

Trascrivo parte di un articolo apparso nel numero di maggio-2010 sulla rivista Le Scienze, rivista cui io (cialtrone che propone l'aglio) sono stato abbonato per quasi 10 anni.

Titolo dell'articolo: IL GAS TOSSICO SALVAVITA

Siccome l'articolo verte sulle proprietà dell'acido solfidrico, in un trafiletto titolato "Perché l'aglio fa bene" c'è scritto quanto segue:
**************************************************************************************************************************
Secondo alcuni studi l'aglio può rilassare la parete dei vasi sanguigni, impedire alle piastrine di aggregarsi e abbassare la pressione sanguigna, riducendo quindi il rischio d'infarto, ictus e malattie renali. I ricercatori hanno collegato il consumo di aglio con una migliore funzionalità del sistema immunitario, e con una diminuizione del rischio di sviluppare certi tumori.
Il segreto dei benefici apparenti dell'aglio potrebbe trovarsi nel suo rapporto con l'acido solfidrico. Nel 2007 David W. Kraus, dell'Università dell'Alabama, ha scoperto che i composti che contengono solfuri presenti nell'aglio vengono convertiti in H2S da molecole che si trovano sulla membrana degli eritrociti. E sempre nel 2007 Yizhun Zhu della Fudan University di Shanghai ha scoperto che l'aglio contiene S-allil-L-cisteina, che stimola produzione e circolazione di H2S nell'organismo.

EFFETTI BENEFICI
Nel cervello.
Aumenta la sensibilità dei circuiti neurali, contribuendo in teoria, a potenziare apprendimento e memoria.
Promuove la produzione dell'antiossidante glutatione, probabilmente protegge i neuroni sotto stress.

Nel sistema circolatorio.
Dilata i vasi sanguigni, regolando la pressione e proteggendo il cuore.

Nei polmoni.
Può aiutare a regolare la contrattilità delle cellule muscolari liscie nei polmoni, dilatando le vie respiratorie.

Nell'intestino.
Rilassa le cellule muscolari liscie dell'intestino tenue, regolando il movimento del cibo digerito nell'intestino.

Nel pene.
Rilassa il tessuto penieno, contribuendo a far affluire sangue e a determinare un'erezione.


Attualmente le aziende farmaceutiche stanno valutando le potenzialità di composti a base di acido solforico per il trattamento di gran numero di disturbi.
Per Chirurgia cardiaca e Infarto sono ai trial di fase II
Per Malattie renale sono già ai trial di fase I
Per malattia infiammatoria cronica intestinale (MICI) sono ai trial di fase I
Per Dolori articolari acuti e cronici, Sindrome del colon irritabie e Artrite sono in fase preclinica.


**************************************************************************************************************************
Direi che queste poche informazioni, (è molto più lungo) chierisce con informazioni recenti quanto si sa dell'aglio in relazione al sistema cardiovascolare e non solo.
Chiarito in quale sede fa aumentare la produzione di glutatione.
Chiarito quali miglioramenti si possono avere a livello polmonare.
Chiarito che migliora lo status del sistema immunitario.
Chiarito anche che l'uomo ne beneficia di più grazie alla sua appendice genitale.

Chiarito questi aspetti e fatto salvo le controindicazioni della mia precedente discussione, [www.fibrosicistica.it] l'aglio è proprio per tutti, nessuno (quasi) escluso.

Re: Perché l'aglio fa bene
Inviato da: !!!!
Data: 24 agosto, 2010 - 12:56

interessante!!!!fischiaaaaa.......

Re: Perché l'aglio fa bene
Inviato da: Marina Nannini
Data: 10 settembre, 2010 - 02:08

Quello che tu scrivi e' molto interessante, anche se so che per chi fa gia' tante cose per sopravvivere ogni giorno, e' difficile aggiungerne un'altra ancora. Ma quello che tu dici sono come dire, indicazioni teoriche. Mi piacerebbe sapere se tu hai la F.C. e se stai sperimentando su di te la cura a base di aglio.
Anni fa sentivo parlare delle mamme al centro F.C. di verona, di un ragazzo ricoverato che prendeva molto aglio a scopo curativo e un po' lo deridevano perche' dicevano che odorava molto di aglio e poi tutto sommato il ricovero e la terapia in vena gli toccava ugualmente. La fibrosi cistica e' una brutta bestia, e a volte dai rimedi naturali ci si aspetta che risolvano quello che le piu' potenti medicine non sono in grado di fare ed in minor tempo..... purtroppo anche l'aglio fara' quello che puo', ma anche che facesse un po', io l'aggiungerei alle cure...Ci vuole pazienza, sempre piu' di quella che si ha....ma si devono mettere in campo tutte le armi disponibili senza aspettare.... Io purtroppo lo so bene!
Racconto la mia storia su un blog, per chi si sente e ha voglia di leggere un'altra storia di una vita vissuta con F.C.
[laprisca.blogspot.com]

Re: Perché l'aglio fa bene
Inviato da: anonimo
Data: 10 settembre, 2010 - 05:44

questo è quel che rimane del forum.
bel lavoro, bravo!forse è quello che ci meritiamo?

Re: Perché l'aglio fa bene
Inviato da: marco
Data: 10 settembre, 2010 - 07:46

grazie Marina Nannini

complimenti per il blog.

Mi interessa sopratutto la parte relativa a:
"cosi mi informavo sulle erbe, sugli alimenti che potessero aiutare...ho studiato le erbe, la macrobiotica, l'alimentazione naturale e ricca di elementi biodisponibili, il germe di grano, l'olio di lino, l'olio di pesce, tutti i tipi di fermenti che potessero far bene all'intestino... La fibrosi cistica di Prisca era completa, a 16 anni le venne anche il diabete. L'occlusione intestinale direi che e' l'unica cosa che ci siamo rsparmiate. Quando aveva tosse secca e stizzosa l'aiutavo con preparati erboristici ed omeopatici, cercando di ritardare ed eventuamente evitare il piu' possibile l'uso di antibiotici e cortisone.... A volte si riusciva, a volte no."

mi puoi mandare qualche informazione in piu' ?
il mio indirizzo email e' marcotrezza@ymail.com

grazie

Re: Perché l'aglio fa bene
Inviato da: anonima
Data: 10 settembre, 2010 - 09:01

si, è quello che ci meritiamo

Re: Perché l'aglio fa bene
Inviato da: silvia
Data: 12 settembre, 2010 - 09:22

Gentile signora Marina, con tutto il rispetto che la sua storia di vita merita, mi permetto di far notare che la frase (pur estrapolata da altri da un discorso piu' ampio tratto dal suo sito)

"Quando aveva tosse secca e stizzosa l'aiutavo con preparati erboristici ed omeopatici, cercando di ritardare ed eventuamente evitare il piu' possibile l'uso di antibiotici e cortisone.... A volte si riusciva, a volte no."

è asattamente l'opposto delle indicazioni che i medici fc danno. In fc non si aspetta che l' infezione aumenti, ne' si aspetta la risposta immunitaria che l'organismo da' perche' dannosa essa stessa per l'aumento di globuli bianchi chiamati a difesa che vanno poi a formare lo strato su cui i batteri piu' pericolosi si impiantano stabilmente colonizzando il polmone.

Caro Marco, sei ovviamente libero di fare le scelte che piu' ti si addicono, ma considera bene la posta che è in gioco

Re: Perché l'aglio fa bene
Inviato da: roby
Data: 12 settembre, 2010 - 10:14

silvia ha ragione al 100%, se tutte le volte che arrivano esacerbazioni dovessimo attendere ad iniziare la cura antibiotica, oltre che dannoso sarebbe sbagliato..
il discorso è semplice: o ci fidiamo delle indicazioni dei centri (ed io mi fido al 100%, tanto per chiarire la mia posizione), oppure ognuno si comporti un pò come vuole...attenzione però a non diffondere messaggi che possono essere fraintesi....

Re: Perché l'aglio fa bene
Inviato da: roby
Data: 12 settembre, 2010 - 10:19

scusate una precisazione mi pare doverosa: il mio post rappresenta la mia posizione in materia, nessuna intenzione di attaccare Marina, per carità, ho letto anche io il suo blog, però non vorrei passasse il messaggio che l'uso degli antibiotici debba essere ritardato il più possibile, perchè soprattutto nei bimbi piccoli(il mio caso, ho una figlia di 3 anni) questo è sbagliato e pericoloso...
spero di non innescare nuove polemiche, ma credo che certe premesse fadano assolutamente fatte, nella fc le cure tradizionali sono insostuibili e devono essere fatte nei tempi e nei modi prescritti.

Re: Perché l'aglio fa bene
Inviato da: emma
Data: 12 settembre, 2010 - 10:33

ciao
devo dire, perdonatemi la contraddizione, che il mio centro ai primi sintomi di tosse stizzosa e secca, come ha detto la sig.ra Marina, non parte con l'antibiotico immediatamente ma mi chiede di aspettare qualche giorno, se si nota un peggioramento diventa inevitabile l'antibiotico.
emma

Vai alla pagina: 12345Successiva
Pagina attuale: 1 di 5


Il tuo nome: 
La tua E-mail: 
Titolo discussione: 
Inserire il codice che vedete qui sotto nell'apposito campo.

CAPTCHA
Copyright© 2007-2012 Lega Italiana Fibrosi Cistica ONLUS